venerdì 28 maggio 2021

Rovigo: infermiera e mamma di 2 figli si chiude in bagno e si dà fuoco


 


Dramma a Rovigo oggi, venerdì 28 maggio, all'alba: una donna si è chiusa in bagno e si è data fuoco



Le sue condizioni sono subito apparse gravissime, la vittima del tentato suicidio - questa è l'ipotesi considerata la più probabile - è stata ricoverata in ospedale a Rovigo e poi trasferita nel centro Ustioni di Verona, e non a Padova come si era prospettato in un primo momento, ha buciature sull'80% del corpo.



Sono ancora poche le informazioni riguardo alla vittima, sappiamo che viveva nel quartiere residenziale di San Pio X a Rovigo e che ha 48 anni. La donna di professione fa l'infermiera, è mamma di un bambino di 6 anni e di un ragazzo di 16.




Secondo una prima ricostruzione degli eventi questa mattina all'alba la donna si è chiusa all'interno della stanza da bagno, si è cosparsa di liquido infiammabile e poi si è data fuoco. A dare l'allarme è stato il marito. Soccorsa, la donna è stata portata in ospedale in gravi condizioni. Non si sa ancora che cosa abbia scatenato il folle gesto, tutti descrivono la famiglia come un nucleo normale, senza problemi. Sul posto vigili del fuoco, Volanti Upgsp Squadra Mobile e Scientifica.


Nessun commento:

Posta un commento

Ancona, bimbo di 5 anni si sporge dal balcone per salutare la mamma e precipitata dal primo piano

  Un bimbo dell'età di 5 anni è caduto dal balcone dell'abitazione di famiglia al primo piano di un palazzo in via Sorrento a Marzoc...