domenica 21 agosto 2022

Feto affetto da acrania, le viene negato l'aborto: «Porto questo bambino in grembo solo per seppellirlo»





Il feto ha una grave malformazione e nessuna possibilità di sopravvivenza alla nascita, ma

le viene negato l'abortoNancy Davis, una donna della Louisiana si è vista negare il diritto di abortire nonostante le fosse stato vivamente consigliato dai suoi medici dopo aver riscontrato una grave malformazione del suo feto di poche settimane.


La gravidanza

 

Il bimbo che aspetta la donna, che si trova alla 14esima settimana di gravidanza, soffre di acrania, ossia la mancanza del cranio, che non gli permetterà di sopravvivere se non per qualche giorno dopo il parto.

Purtroppo quello che porta in grembo è un bambino che non potrà mai sopravvivere, ma nonostante l'evidenza scientifica, facilmente dimostrabile con un'ecografia, i medici non possono procedere con l'interruzione della gravidanza a causa della legge che la vieta se non in caso di pericolo di vita per la donna. 


«Porto questo bambino in grembo solo per seppellirlo»

«Porto questo bambino in grembo solo per seppellirlo», ha raccontato Nancy alla stampa locale distrutta dal dolore. Far crescere dentro di sé una vita, sapendo di vederla morta è una violenza psicologica molto forte per la donna.

Gli avvocati hanno denunciato: «L'orribile posizione crudele in cui lo stato della Louisiana ha posto la donna lasciandole solo due scelte: portare avanti la gravidanza fino all'inevitabile morte del feto o viaggiare in un altro Stato per ottenere l'interruzione della gravidanza che aveva così dolorosamente deciso». Nancy ha scelto la seconda opzione.

 

Le polemiche

Non sono mancate le polemiche in merito alla triste vicenda, una di queste supportata da uno dei legali della donna che ha affermato: «Indipendentemente da ciò che affermano i legislatori della Louisiana, la legge sta avendo l'effetto previsto, costringendo i medici a rifiutarsi di eseguire aborti anche quando sono necessari dal punto di vista medico per paura di perdere le loro licenze o di dover affrontare accuse penali».



Nessun commento:

Posta un commento

Bambina di 17 mesi scivola nella vasca idromassaggio e affoga: il corpicino trovato dal fratellino di 6 anni

La  figlia  di  17 mesi affoga  nella vasa idromassaggio che hanno in casa e a  scoprire il corpicino  è il  fratellino  di appena  6 anni .