domenica 9 ottobre 2022

Otite curata con l'omeopatia, Francesco muore a 7 anni: medico a giudizio


 


Per la vicenda del bimbo morto per una gravissima infezione sviluppata da un'otite curata con l'omeopatia, la Procura di Ancona chiede una condanna a 4 anni per il medico omeopata uno specialista di 60 anni, pesarese. 



Il caso è quello di Francesco Bonifazi, di Cagli (Pesaro Urbino) morto a 7 anni, il 27 maggio 2017, per una otite batterica bilaterale curata con l'omeopatia.



Il minore spirò all'ospedale Salesi di Ancona, dove era arrivato tre giorni prima in gravi condizioni. La richiesta di condanna è stata formulata, dal pubblico ministero Daniele Paci, nel processo che si sta svolgendo al Tribunale di Ancona, a carico dell'omeopata, e che è arrivato alle fasi finali. Con oggi si è aperta formalmente la discussione delle parti.



Dopo la deposizione di un atto da parte dell'avvocato Corrado Canafoglia, che rappresenta l'Unione Consumatori, parte civile nel procedimento, sono seguite alcune obiezioni da parte della difesa, rappresentata dall'avvocato Fabio Palazzo. L'udienza è proseguita con la requisitoria della Procura e l'arringa della difesa. La giudice Francesca Pizii ha rinviato al 4 novembre prossimo per repliche e sentenza. In aula c'erano i familiari del bambino, la mamma e il nonno materno Maurizio Olivieri (solo quest'ultimo si è costituito parte civile, insieme allo zio del bimbo), con gli avvocati Federica Mancinelli e Daniela Gori.

Nessun commento:

Posta un commento

Choc a scuola a Latina, ragazza di 12 anni cade dalla finestra del primo piano: è in codice rosso

  Paura questa mattina in una scuola media di Latina. Un'eliambulanza è atterrata poco dopo le 10 nell'area verde che si trova vicin...