giovedì 8 dicembre 2022

Miracolo di Natale, bambino di un anno salvato dai carabinieri: «Un minuto in più e sarebbe morto»


 


Per i genitori è un miracolo di Natale, una favola a lieto fine, una vita restituita quando sembrava perduta. 



Per i carabinieri che hanno agevolato il suo salvataggio un'esperienza emozionante, vissuta anche come genitori. La vicenda è quella di un bimbo di un anno compiuto il mese scorso che ha improvvisamente perso i sensi, smettendo di rispondere a mamma e papà.



I genitori, allora, siamo in via Chiaromonte, a Napoli Est, lo hanno messo in auto e iniziato una disperata corsa verso l'ospedale. Una marcia però, nonostante il clacson, bloccata dal traffico cittadino. Una pattuglia di carabinieri della stazione di Barra è poco lontana. Avverte il frastuono e vede il bimbo tra le braccia della madre. Si fa largo con lampeggianti e sirene, mettendosi davanti alla loro auto e facendo segno di seguirli. Dal finestrino urlano, sottolineando che si tratta di un'emergenza. In pochi istanti sono nel pronto soccorso dell'ospedale Villa Betania. Scortano la madre e il piccolo all'interno e lo affidano ai medici.



Il piccolo viene intubato e sottoposto a un massaggio cardiaco. Il suo cuore ha smesso di battere, è in arresto cardiocircolatorio. Quando tutto sembra perduto, ecco il miracolo. Un pianto dirompente è il segnale del ritorno alla vita del piccolo. Per i medici «un minuto in più e sarebbe morto». Il bambino ora sta bene.

Nessun commento:

Posta un commento

Violentata a 9 anni dall'amico di famiglia, genitori condannati: «Non vedranno più la figlia»

  Sapevano che la loro figlia veniva violentata sessualmente da un amico di famiglia, ma per lunghissimo tempo avrebbero fatto finta di nulla.