venerdì 6 ottobre 2023

Mamma permette al suo ex di stuprare la figlia di 12 anni e organizza una festa quando rimane incinta: arrestati entrambi


 


Una mamma ha permesso al suo ex ragazzo di 24 anni di frequentare la figlia di 12 anni e quando la bambina è rimasta incinta ha organizzato un baby shower per festeggiare l'accaduto. 



La vicenda si è svolta negli Stati Uniti, più precisamente a Tulsa. Quando i due, la bambina e Juan Miranda-Jara (il ragazzo), si son presentati all'ospedale per il parto, lo staff ha immediatamente chiamato la polizia, secondo quanto riportato da The Messenger.

Miranda-Jara era emozionato per la nascita del figlio e si vantava del fatto che presto sarebbe diventato padre. L'agente Danny Bean del dipartimento di polizia di Tulsa ha dichiarato: «Sono entrati in ospedale come se fossero una coppia qualunque, al settimo cielo per il parto».



Il 24enne, Juan Miranda-Jara è stato arrestato, con sua somma sorpresa. Il ragazzo, infatti, ha riferito alla polizia di essere in una relazione romantica con la bambina già dal 2020, ovvero a un anno di distanza dall'arrivo all'ospedale. In più, ha continuato, la mamma della 12enne, Desiree Castaneda, aveva approvato il loro rapporto e anche organizzato un baby shower dopo l'annuncio della gravidanza. 

La polizia ha riportato che Miranda-Jara aveva avuto una relazione proprio con la mamma della bambina e dopo essersi lasciati la donna gli ha permesso di frequentare la figlia, nonostante fosse di molto al di sotto dell'età del consenso. 



Il caso sarebbe dovuto andare a processo, ma Desiree Castaned si è dichiarata colpevole di negligenza infantile e di concorso in abuso di minore, e ha rinunciato ai propri diritti. Il giudice l'ha condannata a 15 anni di prigione e, al suo rilascio, sarà registrata come molestatrice. Juan Miranda-Jara è stato condannato per violenza sessuale di primo grado e dovrà scontare 20 anni di prigione. Anche lui dovrà esser registrato come molestatore.



Il procuratore distrettuale si è espresso sulla vicenda, dichiarando: «I bambini dovrebbero poter contare sui genitori per essere protetti da persone cme Juan Miranda-Jara. Il fatto che Desiree Castaneda abbia permesso una cosa simile è spaventoso. Spero che la vittima riesca a lasciarsi questo tragico capitolo alle spalle».

Nessun commento:

Posta un commento

Bambino di 11 mesi bruciato vivo da un'improvvisa esplosione del termosifone: travolto dal vapore mentre dormiva nella culla

Un  bambino  di soli 11 mesi è morto in seguito a un drammatico incidente mentre si trovava a casa con la mamma e le sorelline gemelle nate ...