domenica 10 novembre 2019

I primi dentini del bambino: sintomi, disturbi e tutto quello che c'è da sapere


Quali sono i sintomi dello spuntare dei primi dentini del neonato? A che età vengono fuori? Quali
disturbi sono collegati a questo momento? Ecco tutto quello che c'è da sapere sulla dentizione del vostro bambino.

Il vostro bambino sta per mettere i primi dentini? Si tratta di un momento bellissimo sia per la neo-mamma che per il neonato, ma molto delicato. Scoprite assieme a noi tutto quello che c'è da sapere sulle tempistiche, i sintomi e i disturbi della dentizione, per poterlo vivere assieme al meglio!

Quando spuntano i primi dentini del neonato?

Il primo dentino spunta generalmente attorno ai 4-6 mesi di età. Si tratta di uno dei due incisivi centrali inferiori, cui seguirà prestissimo anche l'altro.

Tra i 7 e gli 8 mesi, invece, è il turno degli incisivi centrali superiori, cui seguiranno, tra i 12 e i 18 mesi, gli incisivi laterali, prima superiori e poi inferiori. Subito dopo di questi, sarà il turno dei molari. Tra i 18 e i 24 mesi spunteranno i canini, inferiori e superiori. Tra i 24 e i 30 mesi, infine, ecco apparire i secondi molari.

Può succedere a volte che si verifichino ritardi nello spuntare dei primi dentini: non dovete allarmarvi! Sarà il caso di preoccuparsi solo se non è comparso nemmeno un dente entro il primo anno di vita. Le ragioni del ritardo possono essere molteplici e non sono legate a malattie o carenze nutritive: generalmente hanno più a che vedere con il tipo personale di crescita del bambino e con la loro storia famigliare. Se anche i genitori hanno messo i denti tardi, è probabile capiti anche ai figli.

Primi dentini del neonato: i sintomi

Come accorgersi che il bambino sta mettendo il primo dentino? Ci sono dei sintomi piuttosto evidenti. Prima di tutto appaiono uno o più puntini bianchi sulla gengiva, che tende ad arrossarsi e a gonfiarsi.

Anche la guancia può apparire arrossata all'interno, così come all'esterno può esserci un gonfiore di mento e collo in corrispondenza di essa.

Il sintomo più evidente, tuttavia, è il fastidio che lo stesso neonato comincia a provare e che lo porta a piangere, mostrarsi irrequieto, perdere il sonno. Inoltre il bambino potrebbe mostrare inappetenza e la sua salivazione può aumentare considerevolmente ed è più probabile che sbavi di più.


Quali disturbi possono provocare i primi dentini al neonato e come curarli

Spesso la comparsa dei primi dentini nei neonati è accompagnata da febbre, diarrea o altro genere di disturbi. Secondo i medici, però, non ci sarebbe alcuna correlazione tra i due fenomeni, al contrario di quanto si crede! Malattie e virus colpiscono maggiormente il bambino in quel periodo perché si tratta della fase in cui cessa di essere protetto dagli anticorpi materni ed entra per la prima volta in contatto con virus esterni. Niente a che vedere coi dentini, dunque.

I dolori e fastidi che invece il bambino prova per l'eruzione del dente da latte, possono essere alleviati grazie all'utilizzo di appositi giocattoli di gomma ruvida con all'interno dei liquidi refrigeranti che, una volta freddati, consentono al bambino di anestetizzare la gengiva mordicchiandoli. Un vero e proprio massaggio gengivale!

Se si preferiscono invece i rimedi naturali, si può ricorrere a timo, camomilla, malva, calendula, da applicare più volte al giorno sulle gengive in forma di specifiche pomate da acquistare in farmacia. Le loro proprietà calmanti aiuteranno il bambino a sopportare il fastidio.

Come lavare i primi dentini del neonato?

I dentini adesso sono comparsi, o almeno lo sono in parte, e vanno puliti. Sarebbe bene cominciare sin dall'eruzione del primo dentino a occuparsi della pulizia. Va pulito non con lo spazzolino, ma con una garzina, almeno due volte al giorno.

Lo spazzolino sarà da utilizzare quando saranno emersi più dentini. Ovviamente si deve sceglierne uno con le setole morbide, adatto al neonato e senza utilizzo di dentifricio, ma solo con acqua! Il dentifricio, in piccole quantità, potrà essere usato solo a partire dai 16-18 mesi di età.



Nessun commento:

Posta un commento

Trapianto su un bimba di 17 mesi affetta da leucemia e positiva al Covid

  Una bimba di 17 mesi, risultata positiva al Covid e affetta da una grave forma di leucemia, è stata sottoposta a un trapianto.