mercoledì 20 novembre 2019

Mamma dona il proprio latte dopo aver perso il suo bambino


Questa è la triste storia di una mamma di nome Sierra Strangfeld,che ha scelto di aiutare altre mamme in difficoltà donando il proprio latte,dopo aver perso suo figlio.

La donna ha pensato di donare il proprio latte materno,onorando così il suo piccolo morto appena quattro ore dopo la nascita.Aveva scoperto che il bimbo soffriva di una rarissima malattia la
TRISOMIA 18.

Sierra racconta così sul proprio profilo di Facebook:

"Quando ho scoperto di essere di nuovo incinta, non volevo altro che avere successo nell'allattamento.
Ma quando abbiamo scoperto la diagnosi di Samuel, sapevo che non sarebbe successo. Solo un'altra speranza che mi è stata tolta.
Prima che Samuel morisse, mi dissi che avrei pompato il mio latte per donarlo. Dopotutto, a Porter è stato donato latte più della metà del suo primo anno di vita!
Non potrei salvare la vita di Samuel, ma forse potrei salvare la vita di un altro bambino.
Il tiraggio non è per i deboli di cuore. È difficile. Mentalmente e fisicamente. Ed è ancora più difficile quando in realtà non hai un bambino.
Ci sono state delle volte in cui ero arrabbiata ,perché il mio latte doveva arrivare quando non avevo un bambino da allattare? Perché mi svegliavo nel mezzo della notte per questo? L'altra parte di me sentiva che era l'unica cosa che mi collegava a Samuel qui sulla Terra. Spero proprio che sia orgoglioso di me!
Ho pompato per 63 giorni dopo la sua nascita. Non sono affatto un fornitore eccessivo, ma l'ho fatto.
E oggi, è l'ultimo giorno che posso donare, l'ho portato alle banche del latte della NICU per la prima e l'ultima volta. Camminare per i corridoi dell'ospedale era solo un altro passo nella guarigione. E so, (perché l'ho sentito), che Samuel era lì con me💜 "

Nessun commento:

Posta un commento

Bambina di 12 anni stuprata durante il lockdown da tre uomini: erano ospiti della sua famiglia nella loro casa a Fondi

  Una  ragazza di 12 anni  è stata  violentata  ripetutamente da  tre uomini  durante il  lockdown . I tre, tutti di nazionalità indiana cos...