mercoledì 22 luglio 2020

Aurora, 35 anni, partorisce la sua bimba mentre è attaccata al respiratore. Poi muore. «Non la conoscerà mai»



Aurora, 35 anni, partorisce la sua bimba mentre è attaccata al respiratore. Poi muore. «Non
la conoscerà mai». Trovata positiva al coronavirus, ha dato alla luce la sua bimba mentre lottava tra la vita e la morte, attaccata a un respiratore. Ma purtroppo Aurora non ce l'ha fatta e sua figlia non potrà mai abbracciarla.

La tragica vicenda si è svolta nel Minnesota, negli Usa. Come riporta il Daily Mail, la vittima è Aurora Chacon Esparza, 35 anni. Lo scorso giugno, la donna incinta alla 35esima settimana ha iniziato a presentare i sintomi del coronavirus. Aurora è stata ricoverata al North Memorial Hospital di Brooklyn Center e i medici, temendo che il feto non stesse ricevendo abbastanza ossigeno, hanno optato per il cesareo d'urgenza.

Ma mentre la piccola, che è stata chiamata Andrea, è nata sana e sta bene, mamma Aurora non ce l'ha fatta. «Mia moglie riposa ora tra le braccia di Dio», ha scritto il marito Juan Duran. La piccola Andrea era la loro terza figlia.

Nessun commento:

Posta un commento

Famiglia di 15 persone richia di finire per strada: “Nessuno ci dà una casa, ci sentiamo discriminati”

  Una coppia di 35 e 38 anni ha chiesto disperato aiuto nel trovare un’abitazione che possa contenere i loro 13 figli dopo che la padrona de...