lunedì 6 luglio 2020

Partorisce la figlia in bagno: «Nessun sintomo e taglia 42, non sapevo di essere incinta»



A 29 anni Sarah Bailey se ne intendeva di
gravidanze, avendo avuto già tre figli, così come di sorprese, visto che il secondo parto le aveva regalato inaspettatamente due gemelle. 

Ma un colpo di scena clamoroso come quello che le è capitato il 12 aprile scorso non avrebbe mai potuto immaginarlo: un parto all'improvviso, senza aver mai saputo di essere incinta né aver avuto il minimo segnale di una gravidanza. Uno tsunami che ha sconvolto di felicità e incredulità lei, il marito David Lee, 29 anni anche lui, e i figli Rio, 11 anni, Isabella e Tamiya, 2. 

Per non parlare della mamma 60enne di Sarah, Pat, che l'ha aiutata a partorire la piccola Desirae sul pavimento del bagno nella sua casa di Middlesborough dopo essere stata l'unica a capire in quel momento che quelle perdite di sangue improvvise non erano dovute a un'emorragia, ma a un parto imminente.

Sarah e David, d'altra parte, non potevano immaginare quello che stava per succedere: a parte il fatto che avevano sempre usato contraccettivi, lei non era ingrassata, conservava sempre la sua solita taglia 42, aveva regolari perdite di sangue mensili in corrispondenza dei suoi cicli mestruali e non accusava malesseri di alcun tipo, eccettuati alcuni dolori addominali di cui soffre periodicamente a causa di una stitichezza che negli anni non l'ha mai abbandonata. 


I medici le hanno spiegato successivamente che la placenta era in una posizione tale, di fronte all'utero, da nascondere la gravidanza mascherando qualunque protuberanza.
«E' stato tutto surreale - racconta Sarah, che ora, dopo il parto-choc, si è completamente ripresa - Vedevo una grande agitazione intorno a me, ma mi sembrava di vedere una scena a km di distanza, come se non fossi lì. Non avevo idea di essere incinta. Dopo aver partorito ho ripensato che in tutti i mesi precedenti avevo bevuto alcolici e mi sono sentita in colpa».


Il 12 aprile Sarah era a casa in preda a forti dolori addominali: pensando fossero dovuti alla stitichezza, telefonò alla madre chiedendole di comprare dei lassativi, poi corse in bagno dove scoprì terrorizzata che stava sanguinando. «Mia madre merita una medaglia - racconta - E' arrivata da me, mi ha controllata e dopo poco ha capito. "Stai per avere un bambino" mi ha detto. E mentre David chiamava un'ambulanza, io, una spinta dopo l'altra, con l'aiuto di mamma ho partorito e sono svenuta». 
Per dare l'annuncio dell'arrivo di Desirae, che nessuno aspettava, Sarah è ricorsa a Facebook: «Che giornata è stata - ha scritto - Non avrei pensato neanche per un minuto che  avremmo concluso così la nostra giornata, con una nuova arrivata nella nostra famiglia». All'inizio parenti e amici hanno pensato che fosse uno scherzo: quando hanno capito che era tutto vero sono stati travolti dallo choc, e tutti si sono mobilitati per donare a Sarah e David vestitini e tutto l'occorrente per Desirae, visto che la coppia, non avendo in programma di avere altri figli, aveva dato via oggetti e abiti dei primi tre figli. Ora, a quattro mesi di distanza, Sarah si è ripresa dopo aver dovuto combattere contro varie infezioni dell'utero, anche se ha periodicamente ancora bisogno di trasfusioni di sangue, ma tra poco non le serviranno più neanche quelle e potrà godersi in pieno la sua ultima figlia. 

Ammesso che sia davvero l'ultima e non ci siano altre sorprese dietro l'angolo.

Nessun commento:

Posta un commento

Babysitter tortura il figlio della sua migliore amica di 18 mesi: «Per mesi lo ha trattato come un prigioniero»

  Torturava il figlio della sua migliore amica  mentre lei era a  lavoro.