lunedì 11 gennaio 2021

Resta incinta e partorisce da sola con un tutorial: trovata morta in un lago di sangue

 


Non voleva che la sua famiglia scoprisse 
la gravidanza e così ha preferito partorire completamente sola, al riparo da occhi indiscreti, e con un tutorial scaricato da internet come aiuto. Così una 26enne di Gorakhpur,nello Stato indiano dell'Uttar Pradesh, è morta insieme al suo puccolo appena nato. Questa storia drammatica arriva dall'India, da un Paese in cui le donne molto spesso non sono libere di condurre la vita che vorrebbero o di sposare l'uomo che amano.


Le famiglie spingono le proprie figlie a un certo stile di vita e la ragazza deve aver temuto la reazione dei suoi cari quando ha affittato una stanza per portare a termine la gravidanza nel riserbo assoluto, la stessa camera dove poi è stata trovata morta. Nessuno era a conoscenza della sua storia e i condomini del palazzo hanno scoperto il corpo solo dopo aver visto del sangue fuoriuscire dalla porta. La 26enne è morta in un lago di sangue. Accanto al cadavere inquietanti oggetti come filo, forbice e lama. 

Come riporta la stampa locale, la giovane era una studentessa single che viveva e studiava in un'altra città. La vergogna per essere rimasta incinta sarebbe stata tale da suggerirle l'idea di fare tutto da sola affidandosi a video diffusi in rete e visualizzati sul telefonino. Era convinta di potercela fare senza medici, ostetriche e ospedali. Dopo il parto, un'emorragia ne ha provocato la morte. Non sono state rese note le sue generalità. 

Nessun commento:

Posta un commento

Covid, la mamma è intubata: i medici fanno nascere il bimbo sano e salvo

  All'ospedale di Cona di Ferrara è nato un bimbo da una paziente  con Covid-19 di 35 anni intubata in terapia intensiva da circa un mese.