giovedì 10 giugno 2021

Caso Denise Pipitone, il presunto luogo di segregazione

 



Si parla ancora del caso di Denise Pipitone: a Chi l’ha visto? è stato mostrato il presunto luogo di segregazione, stamane è emerso un nuovo dettaglio.



Da oltre un mese ormai il caso Denise Pipitone è tornato al centro della cronaca nostrana. Sappiamo che i sospetti degli inquirenti si sono concentrati su Anna Corona, ex moglie del padre biologico della bambina, e Giuseppe Della Chiave, nipote del testimone sordomuto che nel 2004 aveva dichiarato di aver visto sia il luogo di detenzione temporanea della piccola che il momento in cui era stata portata via in barca.



Nella puntata di ieri di ‘Chi l’ha visto?’ un inviato del programma di Rai Tre ha voluto visitare i luoghi descritti da Battista Della Chiave nel 2004. L’uomo è morto diversi anni fa, ma adesso la sua testimonianza viene ritenuta attendibile. Nella dichiarazione alle forze dell’ordine, l’uomo aveva indicato un deposito con delle finestre protette da delle sbarre, luogo che l’inviato ritiene di aver trovato e che mostra in video. 


Successivamente lo stesso inviato si muove verso un canale di scolo che potrebbe corrispondere al corso d’acqua descritto da Della Chiave attraverso cui la bambina sarebbe stata portata fuori da Mazara Del Vallo. 


A conclusione del servizio, l’inviato commenta: “Torna tutto“. Quindi sul canale di scolo gli esperti aggiungono: “l’unico problema è che parliamo di vent’anni fa però ad essere profondo è profondo…”.


Nessun commento:

Posta un commento

Caso Denise Pipitone: l'ex pm di Marsala Maria Angioni indagata per false dichiarazioni

  Maria Angioni, l'ex pm di Marsala che indagò sulla scomparsa della piccola Denise Pipitone, la bambina sparita l'1 settembre del 2...