lunedì 6 giugno 2022

Bimbo caduto dal balcone, il piccolo sta meglio: respira da solo. La colf: ​«Prego incessantemente»




Il bambino di 13 mesi spinto dalla finestra dalla sua babysitter respira solo. 



Sembrano migliorare le condizioni del piccolo precipitato da una finestra al secondo piano della sua casa a Soliera, in provincia di Modena. I medici dell'Ospedale Sant’Orsola di Bologna, come riporta il Corriere della Sera, lo hanno estubato e anche se la prognosi resta riservata e le condizioni molto gravi, sembrano essere cautamente ottimisti. 



Intanto la babysitter ha confessato di averlo gettato dalla finestra anche se ha spiegato di non averlo fatto in modo intenzionale ma di essersi trovata in una condizione di confusione mentale. La donna di 32 anni è stata arrestata ma è circondata da un gruppo di medici e psicologi per paura che possa compiere gesti autolesionistici. Il giorno dell'incidente c'era con il bambino e la babysitter anche la colf della famiglia. La signora Anna è stata la prima a soccorrere il bambino e a chiamare aiuto. La donna ha spiegato che la babysitter le si è avvicinata dicendole che ora il bambino era libero, poi si è insospettita e si è messa a cercare il piccolo trovandolo a terra fuori da casa.




La 45enne ha avuto la forza di scuoterlo facedolo vomitare e liberandogli le vie aeree: «Dio mi ha dato la forza di aiutare il bimbo in quel momento terribile. Io sono molto credente e anche adesso continuo a pregare incessantemente». Sulla babysitter però la donna non ha un giudizio negativo, anzi spiega che le è sempre sembrata una brava ragazza: «Non si vedeva niente di strano e si era sempre comportata bene».

Nessun commento:

Posta un commento

Choc a scuola a Latina, ragazza di 12 anni cade dalla finestra del primo piano: è in codice rosso

  Paura questa mattina in una scuola media di Latina. Un'eliambulanza è atterrata poco dopo le 10 nell'area verde che si trova vicin...