martedì 13 dicembre 2022

Daniel (22 mesi) è morto: era scomparso 6 giorni fa con il nonno dopo che il 55enne aveva avuto un malore in auto ed era stato rimandato a casa da 2 ospedali


 


La famiglia stava pregando da giorni per un miracolo ma alla fine il piccolo Daniel non ce l'ha fatta. 



Il bambino di 22 mesi scomparso insieme al nonno nella cittadina di Huelva, in Spagna, lo scorso 7 dicembre, è deceduto questa mattina, 13 dicembre, all'ospedale Virgen del Rocío di Siviglia, dove era stato ricoverato da quando lo avevano trovato, 20 ore dopo la sua scomparsa. 



Il piccolo non è riuscito a superare le gravi conseguenze subite dopo essere rimasto chiuso in auto per ore.



Secondo le prime analisi, il piccolo si trovava insieme al nonno Antonio, 55 anni, che si occupava di lui. Il 55enne si è recato, insieme al bambino, in due diversi centri sanitari perché aveva accusato un malore. Tuttavia, a causa del sovraffollamento degli ospedali è stato rimandato a casa.



Antonio, come riporta la famiglia, era diabetico e soffriva di ipoglicemia. Molto probabilmente l'uomo ha deviato l'auto fuoristrada perché si è disorientato o forse lo stato in cui si trovava gli ha fatto perdere il controllo. 



Diversi parenti e amici lo hanno chiamato ma non hanno ricevuto nessuna risposta. È possibile che Antonio, semi privo di sensi, avesse sentito il cellulare ma a causa del malore non è riuscito a mettersi in contatto con nessuno.



Il nonno Antonio, da quando è andato in pensione a causa di un incidente sul lavoro, soffriva di una grave depressione e aveva già tentato di togliersi la vita. Ma i parenti hanno raccontato ai media locali che non sarebbe mai stato in grado di mettere in pericolo il piccolo Daniel perché era uno dei motivi che lo tenevano in vita.


Il 55enne è stato trovato morto e l'autopsia ha rivelato che si sarebbe spento poche ore dopo l'incidente. Il bambino, invece, è stato ritrovato in stato ipotermia ed è stato trasferito d'urgenza in elicottero all'ospedale Virgen del Rocío, dove ha iniziato a piangere e questo ha dato speranza ai sanitari, ma quando è arrivato in ospedale le sue condizioni sono peggiorate. 



Daniel è stato sottoposto a diversi test quando è stato ricoverato ma i risultati della TAC non sono stati positivi, secondo gli operatori sanitari: le successive ore sarebbero state cruciali per lui. 

Nessun commento:

Posta un commento

Violentata a 9 anni dall'amico di famiglia, genitori condannati: «Non vedranno più la figlia»

  Sapevano che la loro figlia veniva violentata sessualmente da un amico di famiglia, ma per lunghissimo tempo avrebbero fatto finta di nulla.