sabato 31 dicembre 2022

Mamma dà in "affitto" il figlio di 18 mesi a un'altra donna per 100 euro al mese


 


Una mamma ha dato in "affitto" a un'altra donna suo figlio di un anno e mezzo in cambio di 100 euro al mese. 



La storia, a tratti incredibile, viene da Palermo. Alla scoperta dell'insolito accordo tra le due donne, le forze dell'ordine hanno tolto la potestà genitoriale alla madre del piccolo, che è poi stato affidato a una comunità per minori.



La madre del piccolo di 18 mesi ha ceduto il figlio a una donna conosciuta in una comunità per tossicodipendenti. La vicenda è venuta alla luce grazie a delle indagini lampo delle forze dell'ordine di Palermo, che una volta intervenute hanno affidato il piccolo prima ai servizi sociali, e poi a una comunità per minori, sottraendolo alla potestà della donna. 



A far scattare le indagini una circostanza che ha insospettito le forze dell'ordine. La prima figlia della donna, una bambina di due anni e mezzo, è stata ricoverata per alcuni giorni all'ospedale Buccheri La Ferla di Palermo. In quella occasione, la madre non si è mai presentata nella struttura sanitaria: ad assistere la piccola solo il padre, che riceveva dalla donna solo qualche telefonata per interessarsi delle condizioni di salute della bimba. Il comportamento ha destato sospetti, da cui sono partiti i primi accertamenti. Le verifiche hanno fatto emergere l'esistenza di un altro figlio della coppia - il piccolo di 18 mesi dato in affitto - del quale non c'era traccia. Al termine delle ricerche, le autorità hanno scoperto che la madre dei due bambini viveva in un paesino del Trapanese con un altro uomo, mentre il bimbo si trovava in un appartamento vicino alla stazione insieme a un'altra donna. 



 Il piccolo di 18 mesi è stato trovato in buone condizioni di salute, ed è stata proprio la donna che lo accudiva a spiegare la situazione alle forze dell'ordine. Ha raccontato di aver preso in "affitto" il bambino per sopperire alla mancanza dei suoi figli naturali, dei quali aveva perso la potestà. 

Nessun commento:

Posta un commento

Violentata a 9 anni dall'amico di famiglia, genitori condannati: «Non vedranno più la figlia»

  Sapevano che la loro figlia veniva violentata sessualmente da un amico di famiglia, ma per lunghissimo tempo avrebbero fatto finta di nulla.