martedì 10 gennaio 2023

Marito leale non stacca spina alla moglie: prega per mesi finché lei si sveglia e abbraccia il loro bambino





Nel 2021, Autumn e Zach Carver erano felicissimi e pieni di gioia per l’arrivo del loro terzo figlio.


Ma non avrebbero mai immaginato quanto sarebbe stata difficile la nascita del bambino.


Autumn, una mamma dell’Indiana che ha subito un cesareo d’urgenza mentre era ricoverata con il Covid, è finalmente riuscita a prendere in braccio il suo bambino per la prima volta dopo più di sette settimane.


La mamma ha preso in braccio il figlio Huxley per la prima volta il 19 ottobre 2021, nello stesso ospedale dell’Indiana nel quale ha partorito due mesi prima, il 27 agosto. Era incinta di 33 settimane e ha subito un cesareo d’urgenza.

Quell’agosto, sia la mamma trentaquattrenne e incinta Autumn, che suo marito Zach, erano risultati positivi al Covid-19. Zach aveva la febbre, ma Autumn ha avuto delle complicazioni ai polmoni e hanno dovuto attaccarla al respiratore.

Ma la donna ha lottato e, quasi due mesi dopo, ha finalmente potuto abbracciare il suo bambino.


“È stato molto emozionante per me, per i genitori di mia moglie e ovviamente per Autumn,” ha raccontato il marito, Zach Carver, a Good Morning America. “È per questo che ha lottato così tanto, per tornare a casa dai nostri figli.”

Il marito l’ha descritta come la persona più affettuosa di tutte, che riesce ad accendere le stanze con il suo sorriso.


Zach si è rivolto a Facebook per dare la felice notizia scrivendo: “Una conversazione a sorpresa con un medico stamattina ci ha portati fuori dall’isolamento e ha predisposto l’incontro tra Autum e Huxley. Inoltre, ci hanno detto che la tracheotomia di Autumn verrà sostituita con una più piccola così che potranno attaccarci un dispositivo per parlare.”

“Oggi alle 15 ha conosciuto nostro figlio e, non c’è neanche bisogno di dirlo, è stato un momento fantastico. I suoi genitori, una delle sue migliori amiche e tanti infermieri e dottori hanno partecipato allo speciale momento. Non so se sia rimasto qualche occhio asciutto. Più tardi, sempre questo pomeriggio, ho sentito Autumn dire ‘Ti amo, Zach’. Che giornata meravigliosa.”


In seguito, la mamma è stata trasferita al Northwestern Memorial Hospital di Chicago. I suoi polmoni sono molto danneggiati e potrebbe aver bisogno di un trapianto, prima o poi, ha rivelato FaithTap.


Il 17 novembre, Zach ha pubblicato un aggiornamento sulle condizioni della moglie: “Sta diventando sempre più forte e riesce a camminare per la stanza senza deambulatore sempre più spesso.”

“Siamo passati dal ‘lei morirà’ al ‘avrà bisogno di un trapianto di polmoni’ al ‘può tornare a casa’,” ha raccontato lui. “È un vero miracolo.”




Nessun commento:

Posta un commento

Violentata a 9 anni dall'amico di famiglia, genitori condannati: «Non vedranno più la figlia»

  Sapevano che la loro figlia veniva violentata sessualmente da un amico di famiglia, ma per lunghissimo tempo avrebbero fatto finta di nulla.