giovedì 20 luglio 2023

Mamma coraggiosa commuove il web: «Ho fatto credere a mio figlio di essere guarito dal tumore, cos'altro avrei potuto fare?»


 


Le mamme per vedere felici i propri figli sono capaci di tutto. 



Sono capaci di qualsiasi sacrificio, anche a costo di mentire e soffrire in silenzio. Proprio come nel caso di un grande gesto d'amore che è stato raccontato sui social network nell'ultimo periodo da una mamma coraggiosa. È stata capace di far vivere gli ultimi giorni di vita a un bambino di 10 anni ma, inevitabilmente, ha lacerato il cuore della donna. 



La mamma ha fatto credere al suo piccolo di essere guarito da un tumore che, in realtà, era sempre lì e pronto a spegnere per sempre il suo sorriso. Il motivo? Vederlo di nuovo felice. E su TikTok chiede agli utenti dei social: «Cos'altro avrei potuto fare?».



Mamma Ghewan Arja ha pensato a tutto. Ha organizzato una festa in ospedale, coinvolgendo tutti i medici e gli infermieri. Il suo bambino per tutti era guarito e alla fine sono riusciti a convincerlo. Nel video lo si vede sorridere mentre suona una campanella che annuncia la sua vittoria.


Ma purtroppo la realtà era tutt'altra. Le cure sul suo corpo non avevano avuto l'effetto sperato e i medici hanno avvisato i genitori che in pochi giorni sarebbe morto. Da qui l'idea di un piccolo, grande gesto d'amore. La storia è stata condivisa dalla donna su TikTok e in poche ore è diventata subito virale, facendo il giro del mondo. Il filmato ha ottenuto 50 milioni di visualizzazioni, commuovendo tutti.


Il piccolo ha scoperto, all'età di 10 anni di avere un linfoma di Hodking, un tumore che ha origini nel sistema linfatico. Ha iniziato la sua lotta alla malattia ma in pochi mesi si è spento. «Come potevo dire a mio figlio che stava tornando a casa per passare i suoi ultimi giorni di vita? Non ci sono riuscita», ammette sui social. 



Nonostante la drammatica notizia non ha perso la forza di alleggerire la sua tristezza per il bene del suo bambino e lo ha assistito e visto ridere fino all'ultimo momento quando, poi, ha potuto sfogare tutto il suo dolore. E per chi si chiedesse come abbia fatto a trovare tutta questa forza... beh, la donna non è proprio fortunata.



«La mia primogenita, Aisha, soffriva di una malattia rara ed è morta nel 2009 a soli quattro anni. Per tutta la famiglia è stato devastante e tutto il mio mondo è crollato. Non mi perdonerò mai il fatto che lei mi abbia visto piangere prima di morire, ed è per questo che questa volta ho agito così».

Nessun commento:

Posta un commento

Bambino di 11 mesi bruciato vivo da un'improvvisa esplosione del termosifone: travolto dal vapore mentre dormiva nella culla

Un  bambino  di soli 11 mesi è morto in seguito a un drammatico incidente mentre si trovava a casa con la mamma e le sorelline gemelle nate ...