mercoledì 9 settembre 2020

Torna a casa e trova suo figlio di 7 anni impiccato. Immediati i soccorsi, ma il bambino non ce l’ha fatta


Un rientro a casa terribile per una giovane madre, che ha trovato suo figlio impiccato all’interno dell’abitazione.


La madre del piccolo, che aveva solo 7 anni, lavora come autista per Uber Eats. La donna ha detto ai suoi tre figli che sarebbe rimasta fuori solo per un breve periodo per fare una consegna.
Ma quando è tornata a casa, verso le 3 del mattino, ha trovato suo figlio impiccato in bagno. La tragedia si è consumata nella notte tra martedì 1 e mercoledì 2 agosto.
La mamma, che vive nella Country Place Drive, una strada situata nella parte ovest della città di Houston (USA), ha chiamato immediatamente la polizia.

Inutile la rianimazione: il piccolo è morto in ospedale

Gli addetti che hanno ricevuto la chiamata riferiscono di aver sentito in sottofondo un bambino che urlava.
I vigili del fuoco si sono recati subito presso l’abitazione. Una volta lì, hanno cercato di salvare il ragazzo con la rianimazione cardiopolmonare, ma ogni tentativo si è rivelato inutile. Il piccolo è morto in ospedale, come riferito dalla testata locale Houston Chronicle e anche dal quotidiano britannico Mirror.
Non c’è ancora chiarezza sulle cause che hanno portato alla morte, nè sulle motivazioni che avrebbero spinto il bambino ad impiccarsi. Allo stesso modo, non è noto se ci siano accuse a carico della madre. La polizia continua a indagare sull’incidente.



Nessun commento:

Posta un commento

Trapianto su un bimba di 17 mesi affetta da leucemia e positiva al Covid

  Una bimba di 17 mesi, risultata positiva al Covid e affetta da una grave forma di leucemia, è stata sottoposta a un trapianto.